Barbatosta, la nota lieta

Il 2004 alla prima esperienza tra i grandi in D con la Sammaurese

Tra le liete note di questa stagione della Sammaurese c’è quella di Daniel Barbatosta (nella foto di Mauro Penzo). Classe 2004 in una squadra dalla spinta linea green con una media di cinque under in campo, nelle ultime uscite della compagine giallorossa è riuscito a fare: assist del pareggio di Maltoni nella trasferta a Scandicci, gol della sicurezza al Mezzolara e soprattutto doppietta di prestigio in quel di Carpi. Tanti eventi così ravvicinati e importanti che lasciano con i piedi per terra il più giovane dei pascoliani consapevole degli alti e bassi che ogni campionato riserva. “Sono al mio secondo campionato tra i grandi, anche se in realtà si tratta della prima esperienza in campo. Lo scorso anno infatti mi sono allenato a Rimini ma non ho mai giocato, questa stagione invece sono in campo con una certa continuità. Il salto dalle giovanili ai ritmi della serie D è stato notevole, soprattutto nel primo impatto, tuttavia con allenamenti e sacrifici i risultati sono arrivati”.

A partire dai gol, già 4, con la doppietta al Cabassi in uno stadio che ha respirato calcio professionistico. “Probabilmente è stato il giorno più bello della mia vita, una doppietta contro il Carpi, davanti a un pubblico così importante. Ero il più giovane in campo e ho coronato un sogno, con l’apice della vittoria. Difficilmente dimenticherò le due reti, in particolare la seconda arrivata al termine di una ripartenza di squadra magistrale”.

Sul prosieguo della stagione la vede così. “Alla salvezza manca poco e già sarebbe un traguardo. I playoff sono alla nostra portata, distano una manciata di punti, anche se ci dobbiamo confrontare con squadre di livello. Daremo il massimo per conquistarli. Mi dicono sarebbe un risultato storico per la Sammaurese, sarebbe una bella ulteriore sfida per tutti noi”.

Una spinta potrebbe arrivare almeno da una vittoria contro le ultime della classifica, risultato mai raggiunto in questa stagione. “Contro le piccole abbiamo difficoltà principalmente perché ci aspettano e noi fatichiamo a trovare i varchi giusti. Sono certo però che i punti arriveranno”.

E se un obiettivo sportivo è quasi raggiunto non gli resta che quello scolastico con il diploma che reclama il suo nome sulla carta pergamenata.

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy