Bonandi: “A Forlì scelta personale”

Articolo pubblicato sul Corriere Romagna, “Il saluto social di Thomas Bonandi alla Sammaurese”, 15 agosto 2023

È piombato come un fulmine a ciel sereno il passaggio di Thomas Bonandi in quel di Forlì. Settimo giocatore della Sammaurese ad approdare alla corte del galletto, quello che ha spiazzato tutti era stata la dichiarazione del numero dieci di chiudere la carriera con i colori giallorossi, come aveva esternato in una intervista al Corriere Romagna. Questo appena tre settimane fa, all’avvio della preparazione nella rinnovata Sammaurese di cui era rimasto l’unica bandiera dopo la partenza di tutti gli storici giocatori. A fare cambiare idea al fantasista sarebbe stata una fulminea telefonata del diesse Cristiano Protti arrivata verso la metà della settimana scorsa con la richiesta di seguirlo nella nuova avventura per consolidare il blocco pascoliano in dote al tecnico Martini. Il giocatore pressato dalla richiesta ci avrebbe pensato una giornata prima di dare il suo sì e comunicarlo anche al disse Tamai, anch’egli rimasto spiazzato dalla scelta.

Protti non è un personaggio qualunque per Bonandi. Fu lui a credere nella rinascita del giocatore dopo il grave infortunio al ginocchio nel post Cesena Primavera, quando Bonandi aveva deciso di dire basta al calcio. Insieme all’allora tecnico Fusco Cono, Bonandi approdò a San Mauro nel campionato di Prima categoria in una rinascita calcistica che ha finito per coincidere con quella della Sammaurese. In sei anni infatti la compagine giallorossa approda al campionato di quarta serie, per rimanerci per otto stagioni, con la nona in rampa di lancio. In questo lasso temporale solo una volta Bonandi aveva voltato le spalle alla Sammaurese nella stagione 2019/20 destinazione sempre Forlì. Anche in quella circostanza il passaggio non era stato indolore tanto che dichiarò sempre al Corriere: “è stata dura dirlo al presidente Protti, ci ho messo un mese, quando l’ho fatto mi sono venute le lacrime agli occhi”. Questo quattro anni fa.

Adesso il ritorno a Forlì con l’ammaino dell’ultima bandiera giallorossa e al seguito di colui che l’ha sempre difeso. Interpellato al telefono, il giocatore si è lasciato sfuggire solo poche parole. “Non ho potuto dire di no alla proposta del Forlì, accettata non certo per soldi. Le motivazioni sono strettamente personali”. Bonandi non lo cita ma appare evidente il legame professionale ma anche di cuore con colui che è stato il padrino della sua carriera calcistica.

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy