C’è una squadra che affossa tutte le big

Pubblicato sul Corriere Romagna 22 marzo 2023

Mai andare al Macrelli e pensare di fare una scampagnata forti di una classifica di vertice. Si finisce per accusare brividi da altura che possono portare a spiacevoli imprevisti. Ne sa qualcosa la Giana Erminio in testa per 31 giornate, in 90 minuti passata da regina a vassalla in favore della Pistoiese. Lo scorso anno una situazione simile era capitata al Ravenna, in piena riconcorsa sul Rimini, col sogno spezzato dell’aggancio sempre al Macrelli. Ai numeri non si mente e questi dicono che i ragazzi di Martini quando giocano contro le prime del tabellone trovano forze ed energie inaspettate. E se questo trend trovasse continuità contro le squadre di minor blasone a San Mauro Pascoli potrebbero addirittura ragionare in grande.

Torniamo ai numeri. La Sammaurese ha fatto punti con tutte le prime sette della classifica. Partiamo dalle prime tre: ha battuto la capolista Pistoiese in una delle 3 sconfitte della stagione, ha messo ko la Giana Erminio, ha pareggiato con il Forlì. Il panorama si fa ancora più roseo sulle inseguitrici: 3 punti contro il Ravenna, 6 con il Carpi, 3 con il Riccione prossimo avversario nella ripresa del campionato, 4 con il Corticella. In definitiva la Sammaurese ha conquistato la metà dei punti (23 degli attuali 45) contro le prime della classe. Pazzesco. Come incedibile è stato il successo netto contro la Giana Erminio che ha riportato i tre punti in un campo che li aveva dimenticati da tre mesi e mezzo.

“Abbiamo ritrovato lo spirito che aveva caratterizzato le prime 15 partite – spiega il tecnico Marco Martini – Dall’inizio dell’anno nuovo purtroppo ci eravamo assopiti nell’atteggiamento e i risultati ne erano lo specchio. Abbiamo iniziato a inanellare pareggi in serie accontentandoci di quello che arrivava. Domenica scorsa abbiamo avuto un approccio diverso, e si è visto al punto tale che superato una squadra con valori da categoria superiore”.

L’allenatore non nasconde che in settimana c’è stato un confronto franco e aperto tra società, tecnico e giocatori per trovare il bandolo della matassa. “Ci siamo guardati in faccia e tutti insieme abbiamo cercato di uscire da una situazione che poteva farsi complicata. Per la risposta che ho visto sul campo devo dire che abbiamo toccato i tasti giusti perché la prova contro la ex capolista è stata magnifica e la vittoria è tutta dei ragazzi”. Sul prosieguo di stagione: “Blindiamo la salvezza poi vediamo. Di una cosa però sono certo: dobbiamo continuare a spingere senza mai rilassarci”.

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy