Gino Rocchio il campione di kart

Articolo uscito su Cesena Sport ottobre 2023, “Gino, campione d’Italia di kart”

A Cesenatico ci sono due Gino Rocchio. La persona è la stessa, nessun caso di omonimia, il viso è sempre imberbe. Parliamo di un tredicenne come tanti, fresco di terza media, il liceo agli esordi, gli amici nel quotidiano, una famiglia di albergatori che lo cresce. Questo il Gino che tutti conoscono. Poi succede che abbandona gli abiti di tutti i giorni e indossa guanti, tuta e casco per salire su un kart ed ecco servita la metamorfosi e trasformarsi in pilota. Il mutamento è totale anche perché quando guidi bolidi su pista che arrivano a 130 km orari nulla può essere lasciato al caso. I dettagli minimi fanno la differenza come una curva presa troppo stretta o larga. Sono quei particolari che Gino cura in maniera maniacale e che lo hanno portato a salire nel gradino più alto e diventare campione d’Italia nella categoria 125 Junior (13-15 anni), dopo essere stato in testa alla classifica per un anno intero.

Una vita sul filo dei centesimi la sua, come si è reso conto già in giovanissima età quando a babbo Cosmo chiese un kart come regalo all’età di 5 anni. “Lui era appassionato di questo sport, mi portava a Pinarella a vedere le gare – racconta Gino -. Un giorno gli chiedo se posso avere anch’io una macchina come quelle che girano in pista, lui me la prende ma è elettrica. No babbo, io voglio che faccia rumore, gli dico”. Il padre l’accontenta, partono i primi giri sul circuito, non ha neanche l’età delle scuole elementari. Da quel giorno non si è più fermato arrivando ad essere campione regionale nella categoria Entry Level (6-8 anni) e Mini (9-12 anni) dove ha sommato anche il titolo di campione Italiano Aci.

Adesso con un anno di anticipo è salito nella categoria superiore 125 junior nel team Academy della Lamborghini sotto la supervisione di una istituzione come Danilo Rossi, cinque volte Campione del Mondo di Karting. “Mi segue dallo scorso anno e devo dire che imparo parecchio, anche perché esordire in una categoria superiore non è semplice. Un altro grande mio maestro è stato Pietro Antonelli, il primo che ho avuto, Campione europeo di Formula Super A e test driver di Bridgestone”.

Insomma di strada ne ha fatta da quella prima vittoria a Pomposa nel campionato regionale che ricorda per filo e per segno. “Il successo arrivò nonostante 5” di penalità per una distrazione nella partenza. Anche se la gara che ricordo con più affetto è stata quest’anno a Val Vibrata: nelle manches vengo buttato fuori e così parto ultimo, ovvero 20esimo. In gara recupero ben 15 posizioni e arrivo quinto. Nella seconda gara conquisto il primo posto malgrado non partissi tra i primi. Sono soddisfazioni che non si dimenticano”.

È una gioia che fa rumore, quella di Gino, il cui cuore trova pace quando si mette al volante del kart. “Mi piace impugnare il volante, affrontare le curve. Può sembrare strano ma trovo tranquillità nello spingere al massimo il kart, la velocità mi dà felicità”. E alla domanda su quale sia il suo sogno tra dieci anni, la risposta è nitida: “La Formula 1, Hamilton e Leclerc i miei piloti preferiti”.

Tutti i grandi piloti sono partiti dal kart, quindi la strada è tracciata. “La nostra speranza è una casa automobilistica che investa sul futuro di Gino. Questo è uno sport che ha costi alti per noi sarebbe molto importante”. A parlare è il padre Cosmo. Come al solito i genitori fanno calare i sogni nella realtà…

Filippo Fabbri

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy