Il caso unico dei fratelli Macrelli

Cinque calciatori che hanno scritto la storia della Sammaurese calcio

Come riporta l’Almanacco del calcio romagnoloi cinque Macrelli hanno rappresentato un caso unico nel panorama calcistico dilettantistico romagnolo”. E probabilmente la loro storia avrebbe visto una parabola persino nazionale se non fosse arrivata la guerra con la chiamata alle armi del secondo dei fratelli, Gilberto (classe 1923), ingaggiato all’Alma Juventus Fano in C dove fu capocannoniere nel campionato 1941/42 con 11 reti su 14 gare. Terminata la guerra preferì lavorare nel mulino di famiglia insieme a tutti gli altri fratelli al cospetto di una promettente carriera.

D’altronde gli anni erano molto complicati, c’era un paese da ricostruire e da sfamare e il mulino rappresentava una importante risorsa per una famiglia numerosa in un’Italia disastrata. Malgrado questo “Una ciotola di farina appena finita la guerra l’hanno sempre data a tutti”, si è sempre detto dei Macrelli. Parole che sono risuonate in occasione dell’inaugurazione di un pannello nello stadio che porta il loro nome (nella foto), in una iniziativa promossa da Mauro Rossi e Giuseppe Casadei.

La frase del pannello spiega bene chi fossero i Macrelli: “Cinque fratelli, mugnai durante la settimana, leoni sui campi di calcio la domenica”. Il campo era quello di via Veneto, oggi sommerso delle case, per tanti anni vera e propria fossa dei leoni dei colori giallorossi.

Questi i cinque giocatori che hanno scritto importanti pagine di storia della Sammaurese, come la partecipazione nell’immediato dopoguerra in serie C: Marino Macrelli (Mareino), classe 1922, reduce dalla prigionia, fu scoperto portiere a 25 anni da un’istituzione nel Cesena calcio come Fioravanti, tanto da meritarsi l’appellativo di “uomo di gomma”; di Gilberto (Biagio), centravanti, si è già detto; Agostino (Cocco), classe 1928, mediano di “grinta e generosità” sempre secondo l’Almanacco del calcio romagnolo; Edoardo (Manghèin), classe 1932, laterale destro, ricordato alcuni anni fa dall’ex commissario tecnico Azeglio Vicini quando giocava con la maglia del Cesenatico, per la marcatura asfissiante; Giuliano (Caco), classe 1940, mediano, che vestì anche le maglie di Bellaria e Savignanese. Della famiglia Macrelli facevano parte anche tre sorelle, Giuseppina, Franca e Martina, per una famiglia numerosissima di otto persone.

All’inaugurazione del pannello erano presenti anche tanti ex calciatori giallorossi compagni di viaggio dei cinque fratelli Macrelli, come la stella della Juventus Gino Stacchini, Ettore Paglierani, Elio Pozzi e Attilio Ricci l’unico ad avere giocato con tutti e cinque. Presenti anche la sindaca Luciana Garbuglia e l’assessore Tiziano Bianchini, i vertici della Sammaurese calcio, Lorenzo Campinoti e Fabio Rossi, e numerosi familiari.
Filippo Fabbri

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy