Sammaurese, Pacchioni forza due

Corriere Romagna, “Sammaurese da un bomber a un altro”, 13 settembre 2023

Se il buon gol si vede dal mattino Giovanni Pacchioni ha l’oro in bocca. Perché ha sì cambiato categoria (dall’Eccellenza alla D) e maglia, giocando oggi in un campo a pochi chilometri di distanza (dal Capanni al Macrelli), quello che però non ha cambiato è il suo vizio: il gol. L’esordio in giallorosso è stato battezzato da due reti, l’esatta metà dell’intero bottino contro il Certaldo, neopromossa che ha capito in quale mondo è capitato. “Meglio di così non potevo chiedere – spiega il centravanti – dovevamo partire con il piede giusto, così è stato. Siamo una squadra nuova e molto giovane, giochiamo in un ambiente che non mette particolari pressioni, se qualcuno di noi sbaglia ci facciamo coraggio tra di noi per crescere tutti insieme. Diciamo che è l’habitat ideale per migliorarsi”.

Per lui lo scorso anno 14 sigilli a Savignano in Eccellenza, adesso già due nella categoria sopra. “Quelli di domenica non sono i miei primi gol in serie D dal momento che avevo già segnato una volta a Forlì. Ai miei compagni l’ho spiegato subito viste le loro richieste di pagare la pizza (e parte la risata, nda)”. Pacchioni è l’ennesimo giocatore che sceglie la Sammaurese per rilanciarsi. “L’ho scelta per una sfida personale. Dopo il Forlì, ho giocato nel campionato sammarinese e in Eccellenza. Quando mi è arrivata la proposta di tornare in D non ci ho pensato un attimo. La differenza rispetto allo scorso anno è notevole, nei ritmi, nella fisicità, negli stessi allenamenti che si fanno nel pomeriggio e si va il doppio. Ma è proprio attraverso questo tipo di lavoro che si cresce”.

Il centravanti dall’alto del suo metro e novanta riceve in eredità un numero nove che nelle ultime tre stagioni in giallorosso ha sempre visto goleador salire in doppia cifra: Mario Merlonghi rispettivamente 19 e 14 reti, prima ancora Francesco Manuzzi addirittura con 21. “Già se arrivassi in doppia cifra sarebbe un bel traguardo per me, tuttavia voglio precisare che non voglio pormi obiettivi. Nel senso che non voglio essere schiavo di un traguardo ma pensare prima di tutto al bene della squadra. Conquistare la salvezza sarà molto dura in un girone come quello in cui siamo capitati, l’importante è fare punti, poi sul piano personale vediamo”.

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy