Sammaurese, il bilancio di capitan Campagna

Pubblicato sul Corriere Romagna “Sammaurese, la stagione da protagonista di Campagna”, 22 maggio 2024

Se c’è un giocatore simbolo della salvezza della Sammaurese è Francesco Campagna. Il numero dieci con la fascia di capitano al braccio, uno a tirar sempre la carretta in campo (solo 3 le gare saltate, in un contesto generale che ha rasentato un reparto del Bufalini tanti erano gli infortunati), un classe 2000 in più di un’occasione con la maggiore esperienza al cospetto di tanti giovanotti. Il match decisivo contro il Sangiuliano è stato lo specchio della stagione giallorossa: 6 under in campo nella sfida che valeva la salvezza. E lui a buttarla dentro per primo, nel rigore che ha dato il là alla rimonta che è valsa la nona salvezza in D della Sammaurese. “È stata una stagione decisamente esaltante per la squadra, abbiamo raggiunto un obiettivo tutt’altro che scontato – spiega il giocatore cresciuto nel Cesena – L’inizio è stato forte e forse ci aveva distratti, tuttavia il prosieguo del campionato ci ha riportato alla realtà, fatta nel nostro caso di tanti infortuni e relative ricadute fisiche che hanno ridotto la nostra rosa all’osso”.

Per il centrocampista con proiezione offensiva si è trattato della stagione più prolifica della sua carriera con 8 reti in campionato, che sarebbero 9 se aggiungiamo quella contro la Pistoiese, con l’aggiunta di un sigillo in Coppa. Per la cronaca è stato il capocannoniere insieme al centravanti Pacchioni. “Così tanti gol non li avevo mai fatti. Per dirne, a Desenzano ne avevo fatti 3 in due campionati. Sicuramente è inusuale per un centrocampista segnare così tanto e devo dire che condivido questo traguardo con tutti i miei compagni che hanno creato le condizioni perché questo avvenisse. L’essere capocannoniere è solo un caso dal momento che se Pacchioni non avesse saltato quasi metà della stagione per vari infortuni sicuramente sarebbe arrivato in doppia cifra”.

Due i gol che indica come i più importanti. “Quello decisivo contro l’Imolese nel ritorno e l’ultimo su rigore nella gara contro il Sangiuliano. Per la verità non avevo calciato bene il penalty per fortuna ho rimediato buttandola dentro”.

Fatti i bilanci è tempo di futuro prossimo. “Quella a San Mauro è stata la stagione più importante della mia carriera, la scelta più azzeccata che rifarei cento volte. Sul futuro non ho parlato con la società, ancora sono passati pochi giorni dal temine del campionato. Non so cosa mi riserveranno i prossimi mesi, dico solo che San Mauro è uno dei pochi posti dove mi sono veramente affezionato”.

Filippo Fabbri

Filippo Fabbri

Scrivere, scrivere, scrivere. Per lavoro e per passione: sport, wine, food, libri e tanto, tanto altro
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy